Lev Vygotskij

Lev Semënovič Vygotskij (1896-1934) La sua attività scientifica è caratterizzata da tre fasi. Nella prima fase, dal 1915 al 1927, si occupò principalmente di critica letteraria e Psicologia dell’arte ed iniziò adinteressarsi all’applicazione della psicologia nell’educazione. Tra le opere più importanti di questo periodo ricordiamo La tragedia di Amleto (1916) e Psicologia dell’arte (1925). Quando si trasferì a Mosca conobbe Aleksej Leont’ev e Aleksander Lurija. Nel 1925 tenne la conferenza La coscienza come problema psicologico del comportamento il cui testo divenne il manifesto della Scuola storico-culturale di cui è considerato il fondatore. Nello stesso anno divenne il direttore del Dipartimento per l’istruzione dei bambini handicappati. Nella seconda fase, dal 1928 al 1931, affrontò il problema della storicità delle funzioni psichiche. L’opera più importante di questo periodo è Storia dello sviluppo delle funzioni psichiche superiori. Nell’ultima fase, dal 1932 al 1934, si occupò di varie tematiche di psicologia, in particolare delle emozioni. Tra le sue opere più importanti: Pensiero e linguaggio e Immaginazione e creatività nell’età infantile.

Immaginazione e creatività nell'età infantile

€ 13,60 anzichè € 16,00

Compra
Lo sviluppo psichico del bambino

€ 16,50 anzichè € 19,00

Compra

Collane

Autori

Decrescita Felice

Sondaggio

Carrello

Novità

Newsletter

Recensioni