Thomas Mann

Thomas Mann (Lubecca, 6 giugno 1875 - Zurigo, 12 agosto 1955). È considerato uno dei maggiori scrittori del Novecento; nel 1929 fu insignito del Premio Nobel. Nel 1901 pubblicò il primo romanzo, I Buddenbrook, largamente ispirato anche alla sua storia familiare. Tra le altre opere più significative: Tonio Kröger (1903), La morte a Venezia (1912), La montagna incantata (1924), la tetralogia Giuseppe e i suoi fratelli (1933-1943), che è al centro del carteggio con Kerényi, Carlotta a Weimar (1939), Doctor Faustus (1947) e l’incompiuto Confessioni del cavaliere d’industria Felix Krull (1954). Nel gennaio del 1933, proprio nei giorni della conquista del potere di Hitler, Mann tenne, nell’università di Monaco, una celebre conferenza su Dolore e grandezza di Richard Wagner, che suscitò scandalo negli ambienti conservatori e nazionalistici. Mann decise quindi di trasferirsi all’estero, stabilendosi prima in Svizzera, a Küsnacht presso Zurigo, poi negli Stati Uniti, a Pacific Palisades. Nel 1952, deluso dall’ondata del maccartismo, tornò in Europa, per stabilirsi di nuovo in Svizzera, ma non in Germania.

Thomas Mann - Karol Kerényi. Dialogo

Thomas Mann - Karol Kerényi. Dialogo

Lettere 1934 - 1955

di: Károly Kerényi, Thomas Mann

ISBN13 9788864730684

€ 19,55 anzichè € 23,00

Compra

Collane

Autori

Decrescita Felice

Sondaggio

Carrello

Novità

Newsletter

Recensioni