La decrescita felice N.E.

La qualità della vita non dipende dal PIL

La decrescita felice N.E.

di: Maurizio Pallante

ISBN13: 9788896085134


Data pubblicazione: 1 Marzo 2011


Pagine: 173


pdf Scarica 140_Introduzione.pdf

€ 12,75 anzichè € 15,00

Compra


Stampato su carta riciclata

Cliccare a destra della copertina per scaricare l'introduzione

I segnali sulla necessità di rivedere il parametro della crescita su cui si fondano le società industriali continuano a moltiplicarsi: l’avvicinarsi dell’esaurimento delle fonti fossili e le guerre per averne il controllo, i mutamenti climatici, lo scioglimento dei ghiacciai, l’aumento dei rifiuti, le devastazioni e l’inquinamento ambientale. Eppure gli economisti e i politici, gli industriali e i sindacalisti con l’ausilio dei mass media continuano a porre nella crescita del prodotto interno lordo il senso stesso dell’attività produttiva. In un mondo finito, con risorse finite e con capacità di carico limitate, una crescita infinita è impossibile, anche se le innovazioni tecnologiche venissero indirizzate a ridurre l’impatto ambientale, il consumo di risorse e la produzione di rifiuti. Queste misure sarebbero travolte dalla crescita della produzione e dei consumi in paesi come la Cina, l’India e il Brasile, dove vive circa la metà della popolazione mondiale. Né si può pensare che si possano mantenere le attuali disparità tra il 20 per cento dell’umanità che consuma l’80 per cento delle risorse e l’80 per cento che deve accontentarsi del 20 per cento. Forse è arrivato il momento di smontare il mito della crescita, di definire nuovi parametri
per le attività economiche e produttive, di elaborare un’altra cultura, un altro sapere e un altro saper fare, di sperimentare modi diversi di rapportarsi col mondo, con gli altri e con se stessi.

Maurizio Pallante si occupa di politica energetica e di tecnologie ambientali. Su queste tematiche ha pubblicato diversi libri: Le tecnologie di armonia (1994); Scienza e ambiente. Un dialogo (con Tullio Regge, 1996); L’uso razionale dell’energia (con Mario Palazzetti, 1997); Ricchezza ecologica (2003); Metamorfosi di bios (2003); Un futuro senza luce? (2004); La felicità sostenibile, (2009); I trent’anni che sconvolsero il mondo (2010). Con Edizioni per la decrescita felice: Un programma politico per la decrescita (2008); Decrescita e migrazioni (2009); Pilli e la decrescita felice (2011). Collabora con diversi giornali e periodici.

Il Movimento per la decrescita felice si propone di mettere in rete le esperienze di persone e gruppi che hanno deciso di vivere meglio consumando meno; di incoraggiare rapporti interpersonali fondati sul dono e la reciprocità anziché sulla competizione e la concorrenza; di utilizzare e favorire la diffusione delle tecnologie che riducono l’impronta ecologica, gli sprechi energetici e la produzione di rifiuti; di impegnarsi politicamente affinché questi obiettivi siano perseguiti anche dalle pubbliche amministrazioni, dallo Stato e dagli organismi internazionali. A tal fine è necessario elaborare un paradigma culturale alternativo al sistema dei valori fondato sull’ossessione della crescita economica illimitata che caratterizza il modo di produzione industriale.
Dall’attuale concezione di un «fare finalizzato a fare sempre di piú», il lavoro dovrà tornare a essere un «fare bene» finalizzato a rendere il mondo piú bello e ospitale per tutti i viventi. Di questa elaborazione, resa drammaticamente urgente dalla necessità di impedire che l’effetto serra esca fuori controllo, le Edizioni per la decrescita felice si propongono di essere un tassello, costituendo un laboratorio di idee per un Rinascimento ancora possibile.

INDICE

7 Introduzione

17 1. Manifesto del Movimento per la decrescita felice (Mdf)
23 2. Sobrietà e autoproduzione
33 3. Povertà e ricchezza
39 4. Decrescita, lavoro e occupazione
49 5. Decrescita e paesi poveri
57 6. Efficienza, sobrietà e autoproduzione energetica
69 7. Crescita, innovazione e progresso
87 8. Consumatori o niente
93 9. Lo Stato sociale (del benessere…)
107 10. Care, losche e tristi acque in bottiglie di plastica
113 11. C.ambie.re.sti.?
129 12. Com’è grande la città, com’è bella la città… NUOVO!
141 13. Mangia la carne, che ti fa bene, con tutte quelle proteine… NUOVO!
153 14. Money money money NUOVO!
157 15. Crescita della popolazione mondiale e decrescita economica NUOVO!
167 Bibliografia essenziale



Recensioni


Meno cresco, più sono felice   di Vita & Salute - 1 Aprile 2011

Collane

Autori

Decrescita Felice

Sondaggio

Carrello

Acquistati insieme
a questo libro

Novità

Newsletter

Recensioni